Seleziona una pagina

Indicazioni pratiche su come fare la spesa e cosa non deve mancare in dispensa ai tempi del Covid-19.

 

Molti di noi, in questi giorni, decidono di darsi all’arte della cucina per trascorrere più allegramente le ore di isolamento domestico.

Apprendiamo infatti dalle televisioni che crescono gli acquisti di prodotti come farina, uova e latte.

Ottima riscoperta delle ricette della nostra tradizione culinaria ma attenzione alla linea, mi raccomando!

Sono una fervida sostenitrice da sempre di una sana e ed equilibrata alimentazione, ma oggi più che mai occorre prestare attenzione a cosa mangiamo!

Costretti in casa tanti giorni inevitabilmente riduciamo la nostra attività fisica e quindi anche il nostro intestino, già appesantito dai prelibati manicaretti di cui sopra, si impigrisce e quindi occorre cercare di

  • idratare molto bene l’ organismo con almeno 1 L e ½ o 2 L di acqua al giorno
  • aumentare l’assunzione di fibre contenute nei cereali integrali, nelle lenticchie e in alcuni ortaggi quali spinaci e broccoli, ed eliminare o quantomeno limitare il consumo invece di banane, mele, riso e limone, tutto ciò insomma che può avere un effetto astringente.
  • Dobbiamo inoltre privilegiare l’acquisto e il consumo di tutto ciò che può migliorare il funzionamento del nostro sistema immunitario e quindi alimenti ricchi di vitamine, sali minerali e Omega 3.
  • La tanto discussa vitamina C non è certo la soluzione per debellare questo maledetto Cov-19 ma è indubbio che abbia un effetto positivo in quella che è la risposta immunitaria del nostro organismo alle infezioni delle vie respiratorie. E quindi mettiamo nel nostro carrello della spesa gli agrumi (arance, pompelmi e limoni).
  • Non dobbiamo dimenticarci della vitamina A che aiuta la resistenza alle infezioni (latte e vegetali di colore giallo e verde, esempio la lattuga).
  • La vitamina D anch’essa portata alla ribalta negli ultimi giorni non è la panacea ma stimola anch’essa la nostra risposta immunitaria , e quindi nel carrello della spesa aggiungiamo le uova, il pesce, il latte e derivati.
  • Per quello che riguarda invece gli Omega 3, passiamo dal bancone del pesce e prediligiamo sardine, aringhe e salmone.

Ma arrivati a questo punto tu mi dirai “ma è la spesa che faccio già normalmente!”

Esatto! Il carrello della spesa ai tempi del Covid-19 contiene né più e né meno le cose che abitualmente dovremmo comprare!

Una alimentazione equilibrata ricca di frutta, verdura, fibre e cereali integrali, che sostiene il nostro sistema immunitario e che favorisce la nostra flora intestinale è il tipo di alimentazione che dovremmo mantenere tutto l’anno, con o senza Covid-19!!!

Un’unica obiezione che vale anch’essa ora come valeva prima , ma siamo sicuri poi che quello che mettiamo nel nostro carrello contenga davvero le giuste quantità di tutti i i nutrienti necessari per il nostro benessere?
Non ti è mai capitato di comprare un bel mandarino dalla buccia splendente e di doverlo buttare via una volta aperto perché dall’aspetto disidratato/secco? Ti è mai capitato di comprare verdura completamente insapore?
Ecco questo è il problema, purtroppo la teoria del “la giusta quantità di vitamina C la troviamo in un’arancia” si scontra con la realtà dell’impoverimento dei terreni, dell’inquinamento atmosferico e delle imposizioni europee che ci obbligano a mangiare prodotti importati dall’estero, spesso raccolti non al momento opportuno e che hanno affrontato lunghi viaggi in celle frigorifere prima di arrivare sulle nostre tavole.

=> Ecco perché sono anni ormai che faccio uso di nutraceutici certificati di comprovata qualità. Non li sostituisco certo alla sana alimentazione, anzi, sono per me una valida integrazione ad un corretto stile di vita a 360 gradi, attività fisica compresa!
Negli anni ne ho apprezzato l’utilità e la sicurezza quindi non mancano mai nella mia dispensa, soprattutto in questo momento dove l’unica cosa che possiamo fare è stare a casa e prenderci cura di noi stessi!

Ricapitolando, per fare la spesa ai tempi del Covid-19 basta comprare quello che prevede il vademecum di una sana alimentazione, e per accorciare i tempi di attesa delle file e non far perdere troppo tempo (e pazienza!) alle cassiere:

  • 1. Ricordati di fare la lista di ciò che ti serve, ora più che mai devi essere veloce nel riempire il carrello e soprattutto non devi scordarti nulla, ricordati che ti è concessa 1 sola spesa alla settimana!!!
  • 2. Stila la lista ripercorrendo con la mente la sequenza in cui incontri le corsie del supermercato/negozio così da mettere in ordine i prodotti a seconda di come li trovo esposti lungo il tuo tragitto (eviti così di fare avanti e indietro per il negozio come una pallina da ping pong!) ……sembra folle, ma ti assicuro che funziona!
  • 3. Dopo aver pagato rimetti tutti i prodotti nel carrello e imbustali fuori dal negozio oppure verso l’uscita così da non rallentare il flusso di persone alle casse ( si accorciano così i tempi di attesa e si riducono le possibilità di contagio)
  • 4. Ricorda di portare con te la fantomatica mascherina (che prima si diceva non servissero mentre ora si, ma tu nel dubbio portala sempre!), guanti e disinfettante per le mani.

Questi sono solo alcuni semplici accorgimenti che mi sono venuti in mente che se non saranno in grado di rendere la vita nell’era Covid-19 più facile ,almeno la potranno rendere un po’ meno difficile!

Se anche tu hai dei suggerimenti in merito a come facilitare la spesa nell’era del Covid-19, scrivilo nei commenti e se ti è piaciuto l’articolo visita il mio sito federicamacchi.com, e metti un like nella mia pagina FB Federica Macchi Networker.